Il ritorno dei grandi predatori in Svizzera: lince, lupo e orso

La lince, il lupo e l’orso appartengono alla fauna indigena. Cento anni fa, l’uomo ha eliminato questi tre grandi predatori dalla Svizzera. Dal 1971, grazie a una reintroduzione debitamente autorizzata, la lince vive di nuovo in Svizzera. Dal canto suo, il lupo ha iniziato il suo ritorno naturale partendo dall’Italia. E durante l’estate 2005, per la prima volta dopo parecchio tempo, l’orso ha oltrepassato la frontiera nazionale.


La lince, il lupo e l’orso fanno parte dei grandi predatori indigeni. Pro Natura è impegnata da molto tempo in loro favore e lotta contro una seconda, possibile liquidazione di queste specie protette.

 

  • Pro Natura rivendica un’area di ripartizione più vasta per le linci.
  • Approva il ritorno naturale del lupo e dell’ orso in Svizzera.

 

Una coabitazione possibile

Beninteso, Pro Natura si rende conto che la ricomparsa di questi predatori possa causare diversi problemi. Nondimeno, è convinta che la coabitazione sia possibile e si impegna a collaborare nella ricerca di soluzioni. Pro Natura appoggia qualsiasi iniziativa che permetta di contenere i conflitti. E lo ha dimostrato, tra l’altro, indennizzando i contadini per i danni causati dalle linci al bestiame da reddito, quando ciò non era ancora compito dello stato. Un’iniziativa che aveva svolto un ruolo decisivo nel ritorno del grande felino.

Cani da protezione delle greggi: consigli per ciclisti ed escursionisti 

Nessun indebolimento della protezione legale

Pro Natura è fermamente contraria a un indebolimento della protezione legale del lupo, dell’orso e della lince. Al contrario, si impegna in favore della messa in atto coerente di questa protezione, purtroppo ancora insufficientemente concretizzata finora. Benché l’abbattimento illegale sia la principale causa di mortalità delle linci in Svizzera, finora solo due bracconieri sono stati condannati per caccia di frodo.

 

Per migliorare la conoscenza dei grandi predatori e sradicare i pregiudizi, Pro Natura svolge un’opera di comunicazione approfondita sulla lince, l’orso e il lupo all’indirizzo del pubblico.