Silva Semadeni lascia la presidenza di Pro Natura

14.12.2017

Silva Semadeni ha annunciato le sue dimissioni dalla presidenza di Pro Natura per la fine dell’attuale mandato. Con Jean-Pierre Sorg e Rosmarie Eichenberger, altri due membri di lunga data del Comitato centrale termineranno alla fine di giugno 2018 il loro impegno a titolo onorifico in seno al Comitato centrale di Pro Natura. Sulla successione deciderà nell’aprile 2018 il Consiglio dei delegati di Pro Natura.

Dopo 22 anni, di cui 16 come Presidente, la Consigliera nazionale socialista grigionese Silva Semadeni lascerà alla fine del mandato il Comitato centrale di Pro Natura. La storica ha caratterizzato in modo determinante lo sviluppo della più antica organizzazione per la protezione della natura della Svizzera. Sotto la sua presidenza, il numero dei membri di Pro Natura è passato da 98'000 a oltre 133'000 e la capacità finanziaria si è raddoppiata. «Questa crescente sensibilità della popolazione per la natura mi rallegra. D’altronde, si tratta di un sostegno assolutamente necessario per la conservazione di paludi, torbiere, golene e prati fioriti, preziosi habitat di specie minacciate», afferma Silva Semadeni. La Presidente, nata e cresciuta a Poschiavo ma residente a Coira, ha svolto un ruolo essenziale per la coesione tra la sede centrale di Basilea e le 23 sezioni cantonali nonché per la pluralità linguistica e culturale in Pro Natura.

Un nuovo Parco nazionale?

Non solo nell’organizzazione, ma anche nel paesaggio l’ex insegnante liceale lascia tracce durature: con un intervento in Consiglio nazionale in relazione alla campagna di Pro Natura «Creiamo insieme un nuovo Parco nazionale», ha lanciato il primo segnale per l’istituzione di nuove aree protette in Svizzera. Oggi, oltre al Parco nazionale svizzero, 16 parchi naturali regionali e parchi naturali periurbani generano importanti impulsi per la protezione della natura e lo sviluppo regionale in tutta la Svizzera. Non v’è da escludere che con il Parco del Locarnese un nuovo Parco nazionale possa coronare il processo avviato nel 1998.

Continuità, competenza e know-how

Con Jean-Pierre Sorg e Rosmarie Eichenberger altri due membri di lunga data del Comitato centrale lasciano la loro carica alla fine di giugno 2018. Jean-Pierre Sorg è membro del Comitato centrale fin dal 1995. Ricercatore in scienze forestali e già professore incaricato di economia forestale internazionale presso il Politecnico federale di Zurigo, è vicepresidente di Pro Natura dal 2010. La sua qualifica ha garantito un’elevata competenza e continuità nel lavoro di Comitato. Rosmarie Eichenberger è membro del Comitato centrale di Pro Natura dal 2006. Come architetto paesaggista diplomata e urbanista ha apportato conoscenze importanti nell’intersezione tra agricoltura, protezione pratica della natura e pianificazione territoriale.
 
Pro Natura esprime ai membri dimissionari del Comitato centrale la propria gratitudine per il prezioso e fedele impegno per la protezione della natura in Svizzera e per Pro Natura come organizzazione.
 
Durante la sua seduta del 28 aprile 2018, il Consiglio dei delegati di Pro Natura procederà alle nomine sostitutive per le cariche vacanti. Quale nuova Presidente il Comitato propone l’attuale suo membro Ursula Schneider Schüttel. La consigliera nazionale socialista friborghese, avvocato, siede in Comitato dal 2014; dispone di ampie conoscenze dei principali dossier della protezione della natura e dell’ambiente e di una vasta esperienza a livello nazionale e comunale, acquisite con la sua attività pluriennale nel Dipartimento federale dell’Ambiente, dei Trasporti, dell’Energia e delle Comunicazioni (DATEC) e quale municipale preposta alla pianificazione a Murten.

Link

Comitato centrale di Pro Natura: in tedesco o francese

Foto per la stampa

Per foto in qualità di stampa vogliate rivolgervi all’addetto stampa all’indirizzo: roland.schuler@pronatura.ch o tel. 079 826 69 47

Informazioni (i, d e f)

Silva Semadeni, Presidente Pro Natura, tel. 079 385 53 57

Urs Leugger-Eggimann, Segretario centrale Pro Natura, tel. 079 509 35 49