Comunicato stampa

Diamo una possibilità ai successori di M13

20.02.2013

Pro Natura deplora l’abbattimento di M13 e chiede che il Cantone dei Grigioni si impegni di più per aiutare le regioni a prepararsi all’insediamento di altri orsi. Non ci sono più scuse per non adottare tutte le misure preventive del caso. L’orso è ritornato in Svizzera nel 2005 e deve poter rimanerci.

 

Pro Natura riconosce che l’abbattimento è avvenuto in tempi molto stretti ma in conformità alla Strategia Orso in vigore. M13 non aveva paura delle persone, non ha tuttavia mai dato prova di avere un carattere aggressivo. Ciò che irrita è che le colpe attribuitegli e che alla fine gli sono costate la vita sono in realtà da ricondurre a palesi mancanze della regione interessata e del Cantone. Carenze a livello di prevenzione e preparazione alla presenza del plantigrado hanno contribuito all’acuirsi della situazione. Per questo motivo, Pro Natura chiede che il Cantone dei Grigioni nomini uno specifico delegato permanente che porti avanti le misure preventive e che, alla prossima presenza dell’orso, reagisca subito adottando sul posto e di concerto con i diretti interessati i provvedimenti del caso. Le aree in cui un plantigrado potrebbe insediarsi devono prepararsi sin d'ora alla sua presenza con un concetto per la gestione dei rifiuti, misure di protezione delle greggi e informazioni alla popolazione.

 

Maggiori informazioni:

Silva Semadeni

Presidente di Pro Natura

tel. 079 385 53 57

Torna indietro