Comunicato stampa

70 anni di tallero d’oro dell’Heimatschutz Svizzera e di Pro Natura

44 milioni di talleri di cioccolato venduti e dodici storie di successi

08.03.2016

Il tallero di cioccolato per la protezione della natura e del paesaggio, proposto per la prima volta nel 1946, è un pezzo di tradizione svizzera e un prodotto affermato. Tutto è nato da un’idea ardita per salvaguardare il Lago di Sils, nell’Alta Engadina, e da allora sono stati venduti circa 44 milioni di talleri. Dall’acquisto delle Isole di Brissago alla reintroduzione del castoro, alcuni dei maggiori successi conseguiti sono ora documentati in una pubblicazione disponibile in tedesco e francese.

 

Nel 1946, il Lago di Sils, nell’Alta Engadina, correva il rischio di essere trasformato in un lago artificiale e l’impareggiabile paesaggio di essere deturpato dalla costruzione di una centrale idroelettrica. Per scongiurare questa minaccia, nacque l’idea di indennizzare i Comuni che, senza centrale, non avrebbero incassato i canoni d’acqua. E così Pro Natura e l’Heimatschutz Svizzera diedero vita al tallero d’oro. Nonostante i razionamenti indotti dalla Seconda guerra mondiale, vennero messe a disposizione venti tonnellate di cioccolato. Nel febbraio 1946, furono venduti 823’420 talleri che salvarono il Lago di Sils.

 

Quali progetti sono stati realizzati negli ultimi settant’anni grazie alla vendita del tallero? Quali luoghi, oggetti ed esseri viventi, oggi dati per scontati, hanno potuto essere salvati? Le dodici storie della pubblicazione per l’anniversario – dal salvataggio del Lago di Sils all’acquisto delle Isole di Brissago, alla reintroduzione del castoro – documentano in modo esemplare il successo duraturo del tallero di cioccolato.

 

2016: a favore di giardini e parchi
Nel 2016, la vendita del tallero è dedicata a giardini e parchi, vere e proprie oasi in un mondo sempre più concitato. È previsto un contributo alla salvaguardia del quartiere Elsässli di Derendingen (SO), un complesso architettonico risalente agli anni Settanta del XIX secolo e un importante testimone della storia industriale della regione, il cui suolo però è contaminato da sostanze tossiche. Il ricavato della vendita del tallero è destinato dall’Heimatschutz Svizzera a un riallestimento dei giardini che rispetti il loro valore di bene culturale e la biodiversità.

 

Dal 1984, il tallero di cioccolato viene prodotto dalla Aeschbach Chocolatier AG di Root (LU) su mandato di Pro Natura e dell’Heimatschutz Svizzera. Per l’edizione 2016, verranno lavorati circa 13'000 chili di cioccolato per 470'000 talleri.

 

Due anni fa, la Aeschbach Chocolatier ha inaugurato l’esposizione interattiva Vom Kakaobaum zum Gaumenglück (dall’albero del cacao al piacere per il palato), in cui i visitatori apprendono tutto sulla storia e sulla produzione del cioccolato.

 

Pro Natura e l’Heimatschutz Svizzera vi documentano anche il successo del tallero d’oro.

 

Per maggiori informazioni e domand:

  • Eveline Engeli, Direttrice della Vendita del Tallero, 044 262 30 86
  • Adrian Schmid, Segretario generale dell’Heimatschutz Svizzera, 076 342 39 51

 

Pubblicazione per il settantesimo della vendita del tallero (in tedesco e francese) e materiale fotografico

http://www.tallero.ch/it/premere

Jubiläumschoggitaler Vorderseite Jubiläumsschoggitaler Rückseite

Torna indietro